InformativaQuesto sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

crescono le imprese, cresce la Calabria.

headerfornitori.jpg

Scadenza: 31 ottobre 2015

 

Il CdA di Fincalabra SpA ha deliberato la riapertura dei termini relativi alla manifestazione d’interesse per l’istituzione di un apposito albo di banche convenzionate con decorrenza dal 28.07.2015 e fino al 31.10.2015.

Procedura di allocazione temporanea di liquidità.

Di seguito, i punti salienti della procedura in corso di adozione. 

Finalità della Procedura

La procedura da attivare ha la finalità di rendere più efficiente la gestione della liquidità, attraverso la costituzione di un Albo di Banche, con le quali Fincalabra potrà accendere, a seconda delle condizioni economiche di volta in volta negoziate:

  • conti correnti liberi, dedicati alla gestione di provvedimenti della Regione Calabria;
  • conti deposito a termine, per l’eventuale impiego di liquidità.

 

Principi su cui si basa la Procedura

I presupposti oggettivi e soggettivi che stanno alla base della presente procedura possono essere così riassunti:

a) tipologie di criteri soggettivi volti a definire la solidità, l’affidabilità e il grado di rischiosità delle banche;

b) tipologie di criteri oggettivi (sul contenuto dell’offerta) volti a valutare le offerte economiche [tipicamente numero di basis point aggiuntivi rispetto ad un tasso di interesse finanziario riconosciuto: Euribor, TUR, ecc; ma anche periodo di accreditamento degli interessi – trimestrale, semestrale o annuale; anno di riferimento – civile o commerciale; metodologie per la sostituzione del tasso di riferimento; tempi di disponibilità delle somme a richiesta di Fincalabra, ecc.;].

L’articolazione tra i due criteri consente, da un lato, di stabilire i requisiti che gli istituti di credito devono avere per essere presi in considerazione per l’ingresso nell’Albo, dall’altro di valutare le relative offerte economiche, richieste alle Banche Accreditate, al fine di aprire i conti in relazione alle misure gestite, e di determinare l’affidamento dei depositi di liquidità. Tale modalità garantisce, fermo restando il necessario rispetto dei principi di trasparenza, parità di trattamento e pubblicità, la gestione della liquidità affidata a Fincalabra secondo regole e principi oggettivi e predeterminati, in modo da equilibrare adeguatamente le esigenze di massimizzazione della redditività, di riduzione del rischio operativo, di adeguamento normativo e di snellimento procedurale.

 

Operatività della Procedura

  • Per i conti liberi dedicati alle misure gestite, in funzione delle pubblicazioni di nuovi bandi di finanziamento, su richiesta delle competenti direzioni regionali, Fincalabra valuterà le condizioni economiche praticate dalle Banche Accreditate, tipicamente tasso creditore, spese e commissioni.
  • Per i conti deposito, a cadenza periodica, e comunque ogni qualvolta si dovesse rendere disponibile liquidità da impiegare e/o in presenza di variazioni macro-economiche di mercato, Fincalabra richiederà alle Banche Accreditate la presentazione di offerte economiche, che dovranno essere presentate secondo schemi adeguatamente predisposti e che verranno verificate e vagliate in base ai criteri esposti negli schemi stessi.

Presso gli istituti che avranno presentato le offerte giudicate più vantaggiose verranno trasferiti i fondi. Verranno concordate modalità e condizioni di gestione e giacenza dei depositi, fermo restando la continua possibilità per Fincalabra, secondo quanto sopra indicato, di richiedere aggiornamenti sulle condizioni applicate e di modificare l’allocazione delle risorse.

 

Resta inteso che, in caso di decadenza dei termini degli accordi e in assenza temporanea di nuova contrattazione (es.: periodo festivo) si intenderanno applicate le condizioni minime richieste per l’ammissione alla procedura.

Si ritiene opportuno accendere una pluralità di rapporti anche in ragione del sopra citato criterio di diversificazione del rischio. Anche in questa ottica si inseriscono le attività di monitoraggio prima descritte.

 

Fasi della Procedura per l’accesso all’Albo

Nel dettaglio, la Procedura si articola principalmente in queste fasi:

1) invito degli Istituti di credito;

2) selezione dei soggetti abilitati a presentare offerte economiche che sottoscriveranno un Accordo Quadro con Fincalabra;

3) avvio dei rapporti regolamentati da tali accordi e gestione operativa dei rapporti stessi.

In particolare:

1) La fase di invito è finalizzata a determinare le Banche che possono essere autorizzate ad operare con Fincalabra. A tale fase viene data adeguata pubblicità (tramite pubblicazione sul sito di Fincalabra, etc.) in modo tale che tutte le Banche interessate siano in condizioni di richiedere di essere invitate.

2) I soggetti dovranno possedere alcuni requisiti minimi ben precisi e verranno inseriti in una graduatoria ottenuta, attribuendo a determinati parametri prestabiliti un punteggio ponderato. Le Banche Accreditate saranno abilitate ad operare con Fincalabra, a ricevere richieste di offerte economiche e si dovranno impegnare ad accettare le condizioni proposte nell’Accordo Quadro e nel Disciplinare. L’esito delle attività sopra descritte verrà notificato, secondo modalità prestabilite, sia alle Banche in graduatoria, che a quelle escluse.

3) Da questo momento e sulla base delle valutazioni effettuate dall’Area competente di Fincalabra, si procederà a richiedere le offerte alle Banche Accreditate e ad allocare le disponibilità liquide secondo valutazioni in merito a:

- condizioni di mercato monetario;

- previsioni di cassa;

- portafoglio attuale;

- portafoglio desiderato.

 

Si terranno presenti anche le caratteristiche dei fondi e dei provvedimenti gestiti, oltre che le dimensioni dei lotti di liquidità da allocare.

Questa richiesta verrà effettuata con cadenza periodica, selezionando le migliori offerte secondo criteri professionali ed oggettivi; questa gestione darà origine ad un documento interno che, da un lato, regolerà ed espliciterà le politiche di selezione e gestione del portafoglio di Fincalabra, dall’altro fornirà evidenza dei motivi che hanno determinato le scelte di allocazione di liquidità di volta in volta effettuate.

Per maggiori informazioni in merito e per l’illustrazione delle procedure di accesso alla presente procedura e dei documenti da presentare, si rimanda agli allegati di seguito riportati.

 

Fincalabra S.p.A.

Il Responsabile del procedimento

Rag. Vincenzo Ruberto