InformativaQuesto sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

crescono le imprese, cresce la Calabria.

testatapress.jpg

Una regione virtuosa e che si conferma sempre più competitiva. Lo testimonia il Regional Innovation Scoreboard che,

nel rapporto pubblicato lo scorso 20 giugno, mostra come la Calabria sia la regione italiana la cui performance d’innovazione ha registrato la migliore progressione tra il 2011 e il 2017. Certamente un dato significativo quello della Commissione Europea nell’ultimo quadro regionale di valutazione dell'innovazione appena presentato a Bruxelles.

 

Nel corso degli ultimi sette anni, infatti, il “rendimento innovativo” della regione, cioè l’indice d’innovazione elaborato dalla Commissione sulla base di quindici diversi indicatori, è aumentato del 7,7%, la variazione positiva più marcata in Italia, portandosi al 57,8% della media europea. Il dato posiziona la Calabria agli stessi livelli delle regioni di testa del Mezzogiorno, ovvero Basilicata, Puglia, Campania e di poco al di sotto del Molise. 

 

Si tratta di un risultato che conferma la qualità e l’efficacia degli sforzi profusi negli ultimi anni da tutto il sistema dell’innovazione calabrese, dalle imprese alle università, fino ai centri di ricerca. La Regione ha messo in campo diverse azioni per favorire il sistema dell'innovazione in Calabria: tra queste c'è  il progetto strategico CalabriaInnova, che ha avuto un ruolo significativo nel sostenere queste dinamiche di crescita. La programmazione regionale 2014-2020 punta ora a rafforzare e ad accelerare questo percorso, come testimoniano gli avvisi pubblici e i progetti avviati nei mesi scorsi.

 

Giunto all’ottava edizione, il Quadro regionale di valutazione dell'innovazione (QRI) presenta una valutazione comparativa del rendimento dei sistemi innovativi di 220 regioni di 22 Stati membri dell'UE e di Norvegia, Serbia e Svizzera. In base al loro livello d’innovazione le regioni europee sono classificate nelle categorie “Leader regionali dell'innovazione”, “Innovatori regionali forti”, “Innovatori regionali moderati” e “Innovatori regionali modesti” (ciascuna categoria è a sua volta divisa in tre segmenti: low, medium, high). Rispetto al 2011 la Calabria viene promossa di categoria, entrando nel gruppo degli "innovatori moderati" (moderate) a conferma di un trend positivo che l'aveva già vista passare da modest-low (2007) a modest-medium (2009) e quindi a modest-high (2011).

 

Allegati:

Regional Innovation Scoreboard 2017