InformativaQuesto sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

crescono le imprese, cresce la Calabria.

testatapress.jpg

Italbox opera nel settore del packaging industriale dal 2010 ed il suo prodotto di punta è l’imballaggio in cartone ondulato per aziende.

Oggi l’azienda è strutturata in quattro linee di produzione al FIne di rispondere alle varie esigenze di ogni tipologia di clientela: scatoli e confezioni progettate su misura, studiate per singolo prodotto, stampate e personalizzate con logo.

Ruolo strategico per la vita di uno scatolificio è rappresentato con il suo principale fornitore, la cartiera, cui l’azienda è legata da un rapporto similare a quello che si ha con un istituto bancario: la cartiera, infatti, concede all’impresa cliente un affidamento limitato in termini di valore di materia prima fornita.

Il momento critico per la Italbox si è verificato quando si è trovata ad avere dai propri clienti una domanda superiore alla capacità di produzione, dettata dalla impossibilità di superare l’affidamento in termini di fornitura di materia prima imposto dalla cartiera.

L’accesso al finanziamento previsto dal RIE del Fondo Unico di Ingegneria Finanziaria, specificatamente per la linea di intervento “Capitale circolante”, ha consentito di immettere liquidità ed avere più forza contrattuale con la cartiera.

L’immediato riscontro del finanziamento è stata la possibilità di garantire la risposta ai propri clienti ma anche di favorire la crescita del rapporto di fiducia con il fornitore e l’ottenimento di migliori condizioni d’acquisto.

 

IN CALABRIA si fa impresa con FIN CALABRA